Articoli - maestrasonia.it

Sonia Colarullo
Vai ai contenuti

Giochi attivi di esplorazione dei contenuti

maestrasonia.it
Pubblicato da · 13 Febbraio 2019
Come nascono i miei giochi didattici
 
Le mie lezioni giocose somigliano ad una giostra, una giostra in cui tutti si sale, e se uno vuole scendere ci fermiamo tutti. Ma succede raramente! Il mio intento primario è creare un clima ludico di fiducia e di scambio, in cui tutti sono coinvolti in base alle proprie potenzialità. I più “vivaci” iniziano il gioco e sono valorizzati in questa loro intraprendenza per aiutare gli altri. I più “timidi” sono liberi di osservare e basta, distrarsi, curiosare…  poi “spiccano il volo” mettendosi in gioco e partecipando in base alle proprie capacità!
Coinvolgere tutti i bambini in un apprendimento attivo con attività di gruppo per rinforzare ed arricchire sia i contenuti che le capacità di rispetto, di aiuto e di collaborazione.  Viene impostato un insegnamento veramente rispondente ai bisogni educativi di tutti i bambini.
L’insegnante conduce i giochi come mediatore, stimolatore, cogliendo le necessità educative che emergono liberamente in questo contesto di coinvolgimento spontaneo di tutti.

Descrizione dei giochi, esempi
Tombola sulla vita e il messaggio di Gesù, tombola dell'amicizia, tombola sul Natale o sulla Pasqua,tombola sulle cose del Creato...
Le tombole rappresentano un gioco attivo che si può costruire con i bimbi stessi attorno a molte tematiche apprese e/o da apprendere, come strumento giocoso di auto verifica e/o di ricerca-azione. Volendo costruire una tombola sulla vita e sugli insegnamenti di Gesù, si sceglieranno immagini evangeliche significative: ogni immagine “estratta” rappresenta un episodio della vita di Gesù, una parabola o un miracolo, che vengono ogni volta sinteticamente spiegati ( attività di lettura dell’immagine e di ripasso).
Per estrarre e definire le immagini, ci possiamo far aiutare da uno o più personaggi-pupazzi mediatori: San Francesco, Beniamino asinello di Gesù, angioletto Celestino, Papa Francesco (ogni personaggio mediatore, naturalmente, porterà una ulteriore diversa definizione dell’immagine in base al proprio ruolo e alla propria conoscenza di Gesù).
Si possono anche utilizzare canzoncine inerenti al personaggio o alla situazione da indovinare.
Indovinelli su Gesù, indovinelli sul vangelo, indovinelli sulle cose del Creato...
A turno, i bambini guidano il gioco estraendo una carta con l’immagine da indovinare. Il bambino si trova quindi a sviluppare più capacità: infatti ha necessità di spiegarsi ai compagni e gestire il gioco, al tempo stesso verifica e utilizza  le proprie conoscenze ed è motivato ad arricchirle per dare una definizione diversa o più approfondita.
Anche in questo gioco si può utilizzare un personaggio mediatore e/o canzoncine inerenti la figura da indovinare.
Questi giochi, proprio perché si tratta di giochi attivi, possono subire variazioni circa le tematiche e le modalità di svolgimento: le variazioni sono dettate dalle ulteriori esigenze didattico-educative che emergono in itinere dai bambini stessi.
I giochi possono evolversi in piena flessibilità, arricchirsi di elementi, in base allo sviluppo della progettazione didattica e ai suggerimenti che scaturiscono dal vissuto dei bambini.
Gioco del memory
Un altro esempio di gioco attivo è il gioco del memory costruito per esempio con immagini di una parabola o di un episodio della vita di Gesù.

Su Pinterest, YouTube e Instragram potete trovare molti altri esempi e spiegazioni!

Ciao dalla maestra Sonia!










Sonia Colarullo
soniacolarullo@gmail.com
Torna ai contenuti