Articoli - maestrasonia.it

Sonia Colarullo
Vai ai contenuti

Burattini strumento didattico

maestrasonia.it
Pubblicato da · 28 Marzo 2019
Preziosi burattini
Costruire burattini, sia a casa che a scuola con la partecipazione dei bambini, è una esigenza didattica primaria, motivata dal bisogno di catturare l’attenzione e farsi capire da tutti i bambini, anche quelli più piccoli.
Con il burattino si crea subito un clima di accoglienza, fatto di affettività positiva, di giocosità ludica, di comprensione empatica; infatti il burattino:
  • facilita l'avvicinamento dei più timidi e imbronciati, pensiamo per esempio all'inizio dell'anno scolastico;
  • consola i bambini tristi attirando la loro attenzione;
  • crea un clima divertemte, magico e fantasioso;
  • presenta regole e attività, fa da protagonista e spettatore
  • trasmette subito l'idea di un percorso da fare assieme, in modo partecipato.
Il burattino, in sintesi, introduce delle dinamiche interattive, partecipative, di coinvolgimento.
L’insegnante e i bambini fanno domande, ipotizzano spiegazioni, verificano interrogando la marionetta…in un clima di giocosa complicità!
Cucire che passione!
Di tutti i tipi, di tutte la dimensioni, nel tempo ho studiato provato e perfezionato decine di cartamodelli: una vera e propria passione condivisa con i bambini. Nel grosso baule, che vedete nell'immagine in fondo a questo articolo, se ne vedono una rappresentanza! Pupazzi fatti con i calzini e con i tubi di cartone della carta igienica, marionette a guanto, puppest stile americano con la bocca che si apre, ed infine ho sperimentato il genere a bambola! Quante forme per uno stesso personaggio! Vi invito a visitare il mio canale YouTube, Instagram e Pinterest. Troverete anche tutorial e cartamodelli!
Teatrini spontanei e opportunità di verifica
Assieme ai burattini ci sono i teatrini, anche spontanei e fatti semplicemente attorno a una sedia, o con delle scatole da imballaggio! I burattini a dita si prestano anche ad essere usate per delle animazioni teatrali all'interno di teatrini portatili (costruiti con delle scatole, per esempio). I bambini, liberi di giocare, esprimono emozioni e apprendimenti relativi ai personaggi e alle storie lette!
Osserviamo i bambini mentre giocano con i burattini! Attraverso il burattino, che diviene il mezzo e lo strumento educativo, il bambino può instaurare un dialogo tra sé e il mondo esterno a lui; può giocare all’identificazione e all’imitazione; può esprimere sentimenti ed emozioni.
Si può, con il burattino, sviluppare l’autonomia, favorire la socializzazione permettendo ai bambini più timidi di acquisire sicurezza e a quelli più irrequieti di lavorare sull’autocontrollo. Altre finalità importanti sono legate al linguaggio: si favorisce lo sviluppo della capacità di porsi in relazione con interlocutori diversi, si promuove il dialogo e si acquisisce la capacità di distinguere diversi messaggi linguistici. Si coinvolgono tutti gli alunni, anche quelli con difficoltà di apprendimento o socializzazione, in linea con una didattica che cerca prima di tutto di essere rispettosa di tutti i bambini ed efficacemente inclusiva.

Costruire il teatro, dare vita ai personaggi assegnando caratteri e particolarità fisiche, animare i dialoghi: questi diventeranno i momenti fondamentali di un importante percorso formativo/educativo! Il gioco dei burattini sviluppa nei bambini capacità creative e interessi verso gli altri, favorendo lo spirito di collaborazione e di amicizia, oltre a garantire un apprendimento significativo dei contenuti didattici.

Ciao dalla maestra Sonia!
























Sonia Colarullo
soniacolarullo@gmail.com
Torna ai contenuti